NearDark - Database di recensioni

NearDark - Database di recensioni

Africa

Godard Tracker


Tutte le
Rubriche

Chi siamo


NearDark
database di recensioni
Parole chiave:

Per ricercare nel database di NearDark, scrivete nel campo qui sopra una stringa di un titolo, di un autore, un paese di provenienza (in italiano; Gran Bretagna = UK, Stati Uniti = USA), un anno di produzione e premete il pulsante di invio.
È possibile accedere direttamente agli articoli più recenti, alle recensioni ipertestuali e alle schede sugli autori, per il momento escluse dal database. Per gli utenti Macintosh, è possibile anche scaricare un plug-in per Sherlock.
Visitate anche la sezione dedicata all'Africa!


Palle al balzo - Dodgeball
Anno: 2004
Regista: Rawson Marshall Thurber;
Autore Recensione: Mario Bucci
Provenienza: USA;
Data inserimento nel database: 25-04-2005


Dodgeball

Palle al balzo - Dodgeball. Rawson Marshall Thurber. 2004. USA.

Attori: Ben Stiller, Vince Vaughn, Christine Taylor, Rip Torn, Justine Long, Jason Bateman .

Durata: 92’

Titolo originale: Dodgeball: a true underdogs story

 

 

Peter La Fleur gestisce una piccola palestra per un pubblico sfigato. Un giorno viene al corrente che ha solo un mese di tempo per racimolare 50.000$ per pagare i debiti in cui versa la sua attività e che se non sarà in grado di farlo la palestra verrà inglobata nella catena del fitness gestita dal suo acerrimo rivale White Goodman. Con l’aiuto della sua sgangherata combriccola di frequentatori, Peter accetta di iscriversi al torneo di Dodgeball, un assurdo sport a squadre il cui obiettivo è di eliminare gli avversari a colpi di palla, e che ha in premio proprio 50.000$. Grazie alle memorabili imprese della sua squadra, tra amori che fioriscono e caratteri forti che emergono, sarà in grado sia di battere la temuta squadra di White, che di acquistarne le quote di maggioranza grazie ad un investimento fatto proprio sulla finale del torneo.

Commedia classica, a metà strada tra quella adolescenziale alla Voglia di vincere (1985) di Rod Daniel e quella un po’ più matura, caratterizzata cioè da una nemmeno troppo sottile critica alle multinazionali, Palle al balzo esce in sala trainato soprattutto dall’effetto Ben Stiller, vero mattatore della commedia pseudodemenziale di questi ultimi anni. All’esordio dietro la macchina da presa, il regista infatti si affida molto alle capacità comiche di un attore navigato e di sicuro incasso, capace di proporre ancora una volta un personaggio antipatico e stupido, senza scadere nella ripetitività di un modello o di alcuni caratteri già troppo utilizzati. Di fronte a lui un non comico che riesce a non sfigurare, Vince Vaughn, una scoperta (forse) per il genere. Battute efficaci e freddure pungenti si alternano a momenti meno esilaranti, ma comunque divertenti, in un film che non ha molto da dire se non appunto su quel discorso cui sopra ho brevemente accennato. Il sogno americano in questa pellicola si realizza ugualmente, infatti, anche se al rovescio (una multinazionale sconfitta da una realtà locale e diversa) un po’ alla Rocky II (1979) di Sylvester Stallone, ma con prospettive non troppo pedagogiche (e non che il film di Stallone le avesse). Un piccolo impegno per una pellicola che solitamente non ne prevede. Qualcosa di già visto e già sentito c’è ovviamente (come la morale che si è belli dentro e non fuori), ma da un film come questo non può pretendersi niente di più che passare una serata con il sorriso stampato sul viso. Divertente, sottile, a volte scontato e banale, si lascia vedere strappando qualche risata di gusto. Tre i camei: Lance Armstrong (ciclista) Chuck Norris (attore) e David Hasselhoff.

 

 

Bucci Mario

        videodrome76@hotmail.com