NearDark - Database di recensioni

NearDark - Database di recensioni

Africa

Godard Tracker


Tutte le
Rubriche

Chi siamo


NearDark
database di recensioni
Parole chiave:

Per ricercare nel database di NearDark, scrivete nel campo qui sopra una stringa di un titolo, di un autore, un paese di provenienza (in italiano; Gran Bretagna = UK, Stati Uniti = USA), un anno di produzione e premete il pulsante di invio.
È possibile accedere direttamente agli articoli più recenti, alle recensioni ipertestuali e alle schede sugli autori, per il momento escluse dal database. Per gli utenti Macintosh, è possibile anche scaricare un plug-in per Sherlock.
Visitate anche la sezione dedicata all'Africa!


Scary movie - Senza paura, senza vergogna, senza cervello!
Anno: 2000
Regista: Keenan Ivory Wayans;
Autore Recensione: Mario Bucci
Provenienza: USA;
Data inserimento nel database: 04-12-2003


La grande guerra

Scary movie-Senza paura, senza vergogna, senza cervello!  Keenan Ivory Wayans. 2000. USA.

Attori: Jon Abrahams, Carmen Electra, Shannon Elizabeth, Regina Hall, Shawn Wayans, Marlon Wayans

Durata: 84’

 

 

Parodia del genere horror di forte successo commerciale che costrinse i produttori a farne un seguito, Scary movie 2 (2002) appunto. Base della sceneggiatura è la trama di un altro campione d’incassi in USA e non solo, l’horror teorico di Scream (1996) di Wes Craven. Un assassino con la maschera de L’urlo di Munch terrorizza, nemmeno troppo, gli studenti di un college. Citazioni al genere che pescano a piene mani da Scream e Scream 2 (a loro volta collage d’altre citazioni), So cosa hai fatto (1997) di Gim Gillespie, Matrix (1999) dei fratelli Wachowski, I soliti sospetti (1995) di Bryan Singer, The Blair witch project (1999) di Daniel Myrick e Eduardo Sanchez, e che sono miscelate con una comicità demenziale classica tipica di film come L’aereo più pazzo del mondo (1980) dei fratelli Zucker (la scena di confusione nel cinema dove tutti contribuiscono ad uccidere la ragazza di colore) o dei lavori di Mel Brooks (la macchina da presa che colpisce l’attore). Dissacrante e più divertente di altre parodie, arricchisce quel filone di cinema di largo, facile e breve consumo (strabordante, infatti, d’allusioni a fellatio, sesso facile e di breve consumo). Tra le tante battute, la più difficile “Avere il pisello piccolo è come avere un handicap. Prenderesti mai in giro uno su una sedia a rotelle?”. Un lavoro a conduzione famigliare, ben tre sono, infatti, i Wayans che hanno collaborato: un regista e due attori.   

 

 

Bucci Mario

        videodrome76@hotmail.com