Home Page

| News |

Reporter | Links | Chi siamo | Contatti

NearDark

Tom Berenger

Vero Nome e Cognome: Thomas Michael Moore

Nato a Cichago Nel 1949

Tom Berenger si è sposato per tre volte. La prima volta con la scrittrice Barbara Wilson, che gli ha dato 2 figli maschi, in seguito si è sposato con Lisa Williams, che gli ha dato tre femmine.Attualmente è sposato con Patricia Alvaran, e da lei ha avuto una bambina.

Laureato in Giornalismo ha cominciato a recitare in piccole commedie teatrali proprio nella Università del Missiuori, dove si è laureato e ha fatto parte della della squadra universitaria di football.

Conosce alla perfezione 3 lingue straniere  che sono l'italiano, lo spagnolo, e il francese, (più la sua lingua madre che è l'inglese).

Il Suo modo di recitare ricorda molto quello di Marlon Brando e George Peppard.

Attore molto bravo, è in grado di recitare qualsiasi parte, dal sergente  psicopatico nel Film "Platoon" diretto da Oliver Stone, ad un'indiano che si fà paracadutare, nel Film "Giocando Nei Campi del Signore" diretto da Hector Babenco, fino ad interpretare un prete nel film "Last Rites / L'ombra del Peccato" diretto da Donald P. Bellissario, per passare a una guida di montagna nel film thriller avventuroso "Sulle Tracce Dell' Assassino" diretto da Roger Spottiswoode,  e proseguire nel ruolo di un esponente nazista nel film drammatico diretto da Costa - Gravas dal titolo "Betrayed", un lungometraggio profondamente emotivo e di grande impatto, e che fà vedere un'America segreta in cui si nascondono odio e fanatismo.

Ha cambiato nuovamente ruolo nel 1990 impersonando un detective nel film anticommerciale "Un Amore Passeggero" diretto da Alan Rudholp.

Ha recitato come attore protagonista nel personaggio di Sam "un attore di telefilm", nel film cult "Il Grande Freddo" diretto da Lawrence Kasdan;  molto bravo anche nel recitare commedie come "Major League 1-2" diretti entrambi da Davis S. Ward, e "Una Bionda Sotto Scorta" diretto da Dennis Hopper.

Non dimentichiamoci di "Sliver" diretto da Philip Noyce, forse il Film che Tom Berenger odia di più tra quelli che ha interpretato. In questo film, mentre la bella Sharon Stone, diva pornografica certificata da Hollywood amoreggiava con William Baldwin (attore mediocre), Tom Berenger oltre a dimostrare di essere un attore vero e attore di presenza è stato costretto a caratterizzare il suo ruolo in base alle interpretazioni volgari  e monocorde di Sharon Stone e Willliam Baldwin.

Ha fatto anche l'architetto nel film "Prova Schiacciante" di Wolfgang Petersen, uno dei Thriller più belli degli anni '90.

Lo ritroviamo in film western molto belli ma sottovalutati come "L'Ultimo Cacciatore" diretto da Tab Murphy e  "L'Angelo Vendicatore" diretto da Craig Baxley entrambi del 1995; in altri film western come "Addio Vecchio West" del 1985 diretto da Hugh Wilson, un Film che vuole prendere un po' in giro i western dei anni '40 che avevano come massimo esponente l'attore Tom Mix, ed il film "Ritorno Di Butch Cassidy" del 1979 diretto da Richard Lester.

Ha recitato anche nella parte di un gigolò nel Film "Donna è Meraviglia" diretto da George Kaczender, ha fatto il mafioso nel film diretto da Abel Ferrara "Paura su Manhattan", doveva interpretare la parte che poi fù di James Woods nel Film "C'era una Volta in America" ma purtroppo dovette rifiutare, perché doveva girare due film: "Il Grande Freddo" e appunto "Paura Su Manhattan".

Complesssivamente, Tom Berenger ha interpretato una cinquantina di film di cui circa 40 da protagonista.

Ultimamente ha girato il Film "Conflitti Di Interessi" diretto da Robert Altman, e il Film "L'Ombra del Dubbio" diretto da Randal Kleiser; in quest'ultimo caso, Tom Berenger, pur essendo attore protagonista, non ha fatto altro che svolgere il suo compito, per incapacità del regista che ha dato troppo spazio alla protagonista femminile (Melanie Griffith), e ha fatto durare il film almeno 30 minuti in meno. Non dimentichiamoci di alcuni film impegnati come "Gettysburg", colossal sulla Guerra di Secessione diretto da Ronald F. Maxwell, e del Film "L'ora della Violenza" diretto da Robert Mandel, film verità che affronta in modo sincero il pericolo delle gang minorili, finanziate dalla malavita locale, mettendo in costante pericolo gli studenti e professori che le combattono ad armi impari.

Il presidente Reagan, cercando di combattere questa piaga, ha imposto che la FBI adestrasse alcuni Suoi agenti nel fare i maestri o professori per prevenire e a volte fermare con uccisioni molti delinquenti che nella scuola vedevano e vedono un businness.

Ricordiamoci di Film come "One Shot One Kill", film  vero e crudo  diretto da Luis LLosa,  e del film sofisticato, intrigante e con molta suspense come "Chi Protegge Il Testimone" diretto da Ridley Scott.

Tom Berenger in data 1986 è stato nominato come "Migliore Attore non Protagonista" candidato all' Oscar, ed è stato premiato con il Golden Globe sempre nella stessa categoria con il Film "Platoon".

Tom Berenger ha vinto altri premi (come nel 1997), per il film televisivo "Rough Riders" diretto da John Milius, vincendo l'Oscar di tutti i tipi di televisione: via cavo, digitale e normale, e con il secondo miglior ascolto e visione di sempre da quando esiste la televisione il "Lone Star Film and Television Award/Best Television Actor".
Ha vinto il premio teatrale nel 1988: "1988 Distinguished Alumni Award".
E' stato premiato con il "Order of the Palmetto" nel 1988.
Nel 2000 è stato premiato con il: "2000 Golden Boot Award"
Nel 1993 è stato nominato per vincere il premio Emmy "1993 Television Emmy Nomination".
Protagonista in una delle Sue migliori interpretazioni nel Film "Platoon" con il "The American Film Istitute's 100 Greatest Films of the Century" E' proprietario di una Sua casa di produzione la "Civil War". L'ultima particolarità: nel Film "Platoon" Tom Berenger è stato scippato completamente dell'Oscar, in quanto egli doveva essere introdotto nella premiazione delle statuette come "Miglior Attore Protagonista", in cui era candidato anche Paul Newman (con il seguito del Film "Lo Spaccone", "Il Colore Dei Soldi"), che di Oscar (molto ingiustamente), non ne aveva vinto ancora uno.Se Tom Berenger fosse stato messo in quella categoria, non ci sarebbe stata storia, l'Oscar sarebbe andato a lui, ma per non fare subire l'ennesima beffa al bravo Newman, Tom Berenger fu spostato nella categoria come "Mgliore Attore Non Protagonista", nella parte dello psicopatico sergente Barnes.In quella stessa categoria si trovava anche l'ottimo Willem Dafoe, che nel film "Platoon" interpretava la parte del bravo Sergente Elias. Concludendo, per non scontentare tutti e due gli attori (Tom Berenger e Williem Defoe), premiarono per un film normale l'attore Michael Caine.

Per concludere, Tom Berenger è un grande attore, che avrebbe meritato e che merita molto di più dal sistema cinematografico attuale, ma purtroppo altri attori molto bravi hanno ricevuto il suo stesso trattamento: per esempio George Peppard e Robert Mitchum.

Fabio Raina - Alessandria - bowemberg@libero.it

 

 

 

| Reporter | Links | Contatti |
| Free Cinemah | NearDark | HyperDark | Lavori In Corso |
| Gli Spostati | VideoSofia | CineForum | GiàCarta | ClipArt |
| Chapeau | Ponti | Godard Tracker |
| Home Page |