NearDark - Database di recensioni

NearDark - Database di recensioni

Africa

Godard Tracker


Tutte le
Rubriche

Chi siamo


NearDark
database di recensioni
Parole chiave:

Per ricercare nel database di NearDark, scrivete nel campo qui sopra una stringa di un titolo, di un autore, un paese di provenienza (in italiano; Gran Bretagna = UK, Stati Uniti = USA), un anno di produzione e premete il pulsante di invio.
È possibile accedere direttamente agli articoli più recenti, alle recensioni ipertestuali e alle schede sugli autori, per il momento escluse dal database. Per gli utenti Macintosh, è possibile anche scaricare un plug-in per Sherlock.
Visitate anche la sezione dedicata all'Africa!


Quella sporca dozzina: missione nei Balcani - The Dirty Dozen: The Fatal Mission
Anno: 1988
Regista: Lee H. Katzin;
Autore Recensione: Mario Bucci
Provenienza: USA;
Data inserimento nel database: 04-12-2003


La grande guerra

Quella sporca dozzina: missione nei Balcani. Lee H. Katzin. 1988. USA.

Attori: Telly Savalas, Ernest Borgnine, Erik Estrada, Hunt Block, Alex Cord, Heather Thomas, Ray Mancini

Durata: 100’

Titolo originale: The Dirty Dozen: The Fatal Mission

 

Dopo aver preso atto della probabile sconfitta del suo impero, Hitler decide di inviare in Turchia dodici uomini fedeli al nazismo per formare un governo ombra capace di dar vita al IV Reich. Il generale Right è incaricato di addestrare dodici galeotti per sventare i piani tedeschi e per riuscirci deve assaltare l’Orient Espress, treno con il quale i nazisti tenteranno di raggiungere il Medio Oriente. Durante un’esercitazione di lancio Hoffman, uno dei dodici prescelti dal generale Right, muore a causa di un sabotaggio del suo paracadute ed è sostituito dal tenente Campbell, una donna. È evidente che tra il gruppo si è inserita una spia dei tedeschi, ma arrestare la missione è impossibile.  Dopo essere arrivati in Jugoslavia ed aver contattato la resistenza partigiana, aver raggiunto Sofia passando il confine travestiti da funerale, il gruppo alleato riesce ad impossessarsi di tutto il treno ed arriva al confine greco spingendo una cisterna esplosiva. Sarà la fine delle truppe tedesche.

Quarto ed ultimo appuntamento della sporca dozzina, alla quale partecipano questa volta una donna e due attori impropri: Erik Estrada (direttamente dal telefilm Chips, ed il pugile Ray Mancini). Innaffiato di un buonismo insolito ed insolente, questo prodotto destinato alla televisione deluderebbe il più accanito sostenitore dei film di guerra o il più sfegatato fan di Kojak-Savalas (il cui sguardo sempre assente la dice lunga sulla sua interpretazione spesso goffa e sempre distaccata). Una domanda ovvia, semplice e diretta, basterebbe a smontare tutto il lavoro del regista Katzin: al posto che utilizzare una spia per sorprendere gli alleati (che sono costretti a continue contromosse per confondere le informazioni che arrivano ai tedeschi) perché non sono proprio i nazisti a cambiare i loro piani in modo da piazzare gli alleati?

Passaggio in televisione con il titolo La sporca dozzina: missione fatale.

 

 

Bucci Mario

        videodrome76@hotmail.com