NearDark - Database di recensioni

NearDark - Database di recensioni

Africa

Godard Tracker


Tutte le
Rubriche

Chi siamo


Cerca nel sito

NearDark
database di recensioni
Parole chiave:

Per ricercare nel database di NearDark, scrivete nel campo qui sopra una stringa di un titolo, di un autore, un paese di provenienza (in italiano; Gran Bretagna = UK, Stati Uniti = USA), un anno di produzione e premete il pulsante di invio.
È possibile accedere direttamente agli articoli più recenti, alle recensioni ipertestuali e alle schede sugli autori, per il momento escluse dal database. Per gli utenti Macintosh, è possibile anche scaricare un plug-in per Sherlock.
Visitate anche la sezione dedicata all'Africa!


Indigène d'Eurasie - Eastern drift
Anno: 2010
Regista: Sharunas Bartas;
Autore Recensione: Roberto Matteucci
Provenienza: Francia; Littuania; Russia;
Data inserimento nel database: 25-06-2010


Gena deve essere un uomo molto affascinante. Ha una collezione di ragazze belle e follemente innamorate di lui. Il film ne mostra solo due in due località diverse – ma sicuramente saranno tante - entrambe molto belle e prostitute di alto prezzo. Ma lui non paga, lui è fatto così, basta presentarsi per soddisfare i suoi desideri. Sarà il fascino della sua vita da duro, il fatto di essere un malavitoso, un trafficante di droga. Però qualcosa non quadra. E’ il primo trafficante di droga che conosco ad avere il problema nel pagare l’affitto. E’ senza un soldo. E’ nei guai con la malavita russa, per qualche affare non andato bene, ma mi sembra eccessiva la sua povertà. Gena viene interpretato dal regista Sharunas Bartas. E’ un personaggio noir, già da quando nasce conosce il proprio destino. Ha una filosofia di vita negativa: “E’ difficile capire chi è amico e nemico e chi di loro è più pericoloso.” Affronta la sua esistenza senza paura, con disincanto, con l’animo dello sconfitto ma consapevole di essere un puro. La storia è frastagliata, l’azione salta da un luogo all’altro: Parigi, Vilnius, Mosca, il filo conduttore è solo Gena. Lui da la direzione alla storia e al racconto. Senza di lui non ci sarebbe nulla ma solo delle prostitute, dei trafficanti, dei mafiosi che non avrebbero avuto nulla da dire. Allargare la visione sarebbe stato meglio, però il lavoro è volenteroso e accettabile.