NearDark - Database di recensioni

NearDark - Database di recensioni

Africa

Godard Tracker


Tutte le
Rubriche

Chi siamo


Cerca nel sito

NearDark
database di recensioni
Parole chiave:

Per ricercare nel database di NearDark, scrivete nel campo qui sopra una stringa di un titolo, di un autore, un paese di provenienza (in italiano; Gran Bretagna = UK, Stati Uniti = USA), un anno di produzione e premete il pulsante di invio.
È possibile accedere direttamente agli articoli più recenti, alle recensioni ipertestuali e alle schede sugli autori, per il momento escluse dal database. Per gli utenti Macintosh, è possibile anche scaricare un plug-in per Sherlock.
Visitate anche la sezione dedicata all'Africa!


The boxer
Anno: 1997
Regista: Jim Sheridan;
Autore Recensione: Federica Arnolfo
Provenienza: Irlanda; USA;
Data inserimento nel database: 18-03-1998


Di nuovo Daniel-Day Lewis, di nuovo L'Irlanda.

Belfast. Danny Flynn (Daniel Day-Lewis), ex-promessa del pugilato irlandese, esce di prigione dopo 14 anni. Non ha tradito gli ex compagni dell'IRA, non ha fatto nomi, ma li' fuori c'e' sempre l'odio, c'e' sempre il cemento, c'e' sempre la violenza. L'unica cosa che e' cambiata, e' che Maggie non e' piu' la sua ragazza, ha sposato un altro, ha avuto un figlio. Danny pero'non si da' per vinto, cerca di ricostruire la sua vita, riapre la palestra dove si allenava un tempo, rivede Maggie, il cui marito e' prigioniero politico con poche speranze di essere liberato. Ma l'IRA non perdona, l'IRA non dimentica, distrugge tutto cio' che le si mette lungo la strada, sia esso protestante o cattolico: ma e' una medaglia con due facce, questa Irlanda, e con lei l'IRA. Non c'e' solo chi vuole morte e distruzione, non c'e' solo chi vuole la guerra a tutti i costi, come Harry, che ha avuto salva la vita anni prima proprio grazie a Danny. C'e' anche chi cerca la pace, come il padre di Maggie. Chi vuol credere che un accordo, prima o poi, sara' possibile. Chi crede ancora nella vita.
Pur non essendo all'altezza del grandissimo "Nel nome del padre", questo film ci regala momenti di intensa emozione, ci fa vedere la rabbia dal di dentro, regalandoci personaggi bellissimi ed indimenticabili. Uno per tutti, quello di Ike, questo padre putativo di Danny, che crede in lui fino alla fine.
Dopo "I dilettanti", un altro bel film sull'Irlanda, un altro film pieno di facce davvero difficili da dimenticare. Deve essere davvero un paese straordinario, l'Irlanda. E la sua gente.