NearDark - Database di recensioni

NearDark - Database di recensioni

Africa

Godard Tracker


Tutte le
Rubriche

Chi siamo


Cerca nel sito

NearDark
database di recensioni
Parole chiave:

Per ricercare nel database di NearDark, scrivete nel campo qui sopra una stringa di un titolo, di un autore, un paese di provenienza (in italiano; Gran Bretagna = UK, Stati Uniti = USA), un anno di produzione e premete il pulsante di invio.
È possibile accedere direttamente agli articoli più recenti, alle recensioni ipertestuali e alle schede sugli autori, per il momento escluse dal database. Per gli utenti Macintosh, è possibile anche scaricare un plug-in per Sherlock.
Visitate anche la sezione dedicata all'Africa!


That Girl in Yellow Boots
Anno: 2010
Regista: Anurag Kashyap;
Autore Recensione: Roberto Matteucci
Provenienza: India;
Data inserimento nel database: 12-09-2010


Ruth è d’origine indiana trasferitasi in Inghilterra con la madre. Aveva una sorella maggiore morta suicida. Alla sua morta il padre abbandona la famiglia e scappa senza lasciare tracce in India. Arriva sempre il momento della ricerca della propria vita e per Ruth è quello di cercare il padre per capire il perché. Si trasferisce in India. Per poter vivere lavora come massaggiatrice ma soprattutto arrotonda con ‘’happy end’’ vale a dire un extra per la masturbazione finale accettato quasi sempre da tutti. Ruth ha anche un ragazzo indiano, un tossico sempre nei guai. Non è un film sulla ricerca. E’ un film sulla vita di una ragazza indiana trasferitasi in India. Il confronto fra i due mondi; due realtà umane che si scontrano. Il film viaggi su un binario piacevole grazie alla tecnica di Kashyap. Conosce l’India e sa bene che un forestiero anche se di origine indiana può trovarsi in difficoltà in un mondo con regole diverse. Qualcosa non va, e si sente. Un ulteriore mondo incombe senza conoscere nulla. Ruth ci nasconde qualcosa, neppure il ragazzo nel suo coraggioso ma infantile atteggiamento conosce qualcosa.